Profilo

SARA NAVARRO LALANDADottore con menzione europea in Storia e Scienze della musica presso l’Università Autonoma di Madrid con qualifica di Sobresaliente cum laude. La sua tesi di dottorato, “Un modello di politica musicale in una società liberale: Maria Cristina di Borbone-Due Sicilie (1806 – 1878)” è stata redatta ricevendo una borsa di studio del programma post-laurea finanziato dall’UAM, un Contract Research Support Staff della Comunidad Autónoma de Madrid (CAM-UAM, 2009) e una borsa di studio FPU del Ministero (MECD-UAM, 2010-2013). Inoltre, ha potuto beneficiare dei soggiorni di studio e ricerca in Italia grazie a un finanziamento per la mobilità internazionale offerto dall’UAM e dal MICINN sotto la direzione della Dott.ssa Claudia Colombati (Università degli Studi di Roma Tor Vergata) e del Prof. Fabrizio Della Seta (Università degli Studi di Pavia).

Diplomata in Magisterio Musicale e laureata in Storia e Scienza della Musica presso l’Università Autonoma di Madrid. Contemporaneamente nel Reale Conservatorio di Musica di Madrid ha conseguito i titoli professionali di pianoforte e canto ottenendo successivamente i titoli superiori di professore di Teoria musicale e professore di Musicologia. La sua formazione accademica è stata completata nel ramo pedagogico attraverso il Postgraduate Diploma Educació Musical (UAB, 2010), il Master ufficiale in Information Technology e comunicazione in materia d’istruzione e formazione (UAM, 2013), e attraverso il Master in Patologia della Lingua e Speech (UVic e ISEP, 2014), in cui ha ottenuto una Excellence Grant. Allo stesso tempo, nel campo musicologico e di gestione si è specializzata attraverso il Corso di Musicologia per la Protezione e diffusione di Ibero Musical Heritage (RABASF- RCSMM, 2009), per cui ha avuto una borsa di studio, attraverso il Master in Management Documentazione, Biblioteche e archivi (UCM, 2012) e al Master in Managment, Marketing e Comunicazione della Musica (Sapienza Università di Roma, 2014- febbraio 2015).

Attraverso i corsi di laurea e master seguiti a livello universitario e presso il Conservatorio Reale di Musica di Madrid si è sempre rilevata l’importanza della gestione culturale nel sviluppo di progetti artistici per facilitare un adeguato accesso al patrimonio culturale dalla società.

A questo proposito, dal punto di vista pratico, il passaggio delle sue azioni l’ha portato a partecipare nell’organizzazione a vari eventi, conferenze, mostre ed corsi di formazione. A modo particolare e, come esempio, se puo indicare che ha formato parte della commissione di diffussione del diploma di laurea in Storia e scienza della musica presso l’Università Autonoma di Madrid (2008 – 2009), ha partecipato alla gestione del Dottorato di Ricerca in Storia e Scienza della Musica con riferimento alla qualità (REF: 2008-00.143) presso la Scuola di Musica di Guanajuato-Messico (2009- 2010) ed ha gestionato, come segretario accademico il Master Management della Documentazione Musicale,creando il programma scolastico e coordinando gli insegnanti nelle varie attività didattiche e seminari (2011- 2013).

Ha anche collaborato all’organizzazione dell’esibizione “Imprenta y Edición en España: materiales, técnica y documentos”, allestita nella Sala delle Esposizioni della UAM tra 2 – 12 novembre 2010 e nella mostra “A tres Bandas. Mestizaje, sincretismo e hibridación en el espacio sonoro hispanoamericano (s. XVI-s. XX)”, progetto organizzato dalla compagnia Lauda Musica e finanziato dalla Sociedad Estatal para la Acción Cultural Exterior (SEACEX ), che è stata inaugurata a Medellin (Colombia) nel giugno 2010 .

Per quanto riguarda l’attività convegnistica e di ricerca, non solo ha partecipato come redatrice in diversi congressi e seminari (Spagna, Portogallo, Messico, Argentina, Cuba) ma anche ha partecipato nell’ambito organizzativo come segretario del seminario internazionale “La ópera italiana del siglo XIX: Tendencias y cuestiones de recepción” tenutosi presso l’Università Autonoma di Madrid dal 15 al 17 marzo 2010 e al Congresso Internazionale “Imprenta y edición musical en España (ss. XVIII- XX)” tenutosi presso l’ Università Autonoma di Madrid dal 3 al 5 novembre 2010, oltre ad essere parte di vari comitati organizzatori sia l’Università Autonoma di Madrid, Università Complutense di Madrid ed Universidad Nacional Autonoma de Mexico.

Dal campo pedagogico ha participato come docente sia nell’Università Autonoma di Madrid, nelle lauree di Storia e Science della Musica e Storia dell’arte e nel Master Management della Documentazione Musicale (2008- 2013), nella Scuola Comunale di Valdemoro nelle materie di pianoforte, solfeggio e storia della musica, sia in diverse istituzione italiane (Scuola popolare di musica di Testaccio, L’isola non trovata, Madville) attraverso laboratori di storia della musica e pedagogia musicale. Ha sviluppato anche la attività didattica attraverso la creazione di corsi E-learning legati alla formazione musicale e alla gestione aziendale del personale FNAC Spagna (2012).

 Nell’ambito della gestione ha coordinato il corso “Iniciación Musical” presso la Scuola Comunale di Valdemoro e implementato un seminario per portare la musica concerto al grande pubblico attraverso sessioni didattiche di ascolto e di riflessione. Allo stesso modo, ha fatto parte del team di gestione come vice direttrice del corso intensivo “Introducción al lenguaje musical” e “Fundamentos del lenguaje musical” sviluppati presso il Centro per la Ricerca e la Promozione della Musica CSIPM presso l’Università Autonoma di Madrid.

Attualmente si trova a Roma, dove oltre ad avere partecipato come ricercatrice residente del progetto Europeo-UNESCO WIMUST (Italia, 2013), ha frequentato il Master in Management, Marketing e Comunicazione della Musica  con uno stage presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia (Sapienza Università, voto finale: 110 e lode – maggio 2015), ha ottenuto una borsa di studio- ricerca sulla valutazione della qualità dei servizi pubblici locali relativi agli eventi culturali presso il Centro di Ateneo per lo studio di Roma (CROMA) dell’Università degli studi Roma Tre (luglio- ottobre 2015).

Da settembre 2015  collabora come prof.ssa presso l’Università Guglielmo Marconi e nel dipartimento di education dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.